venerdì 28 settembre 2018

Sardinia cowntry



Sardinia can be chosen both to stay on the beach and to see museums, dumus de janas, dolmens, giants' tombs, nuraghic villages (more suitable for cheerful and relaxed families); but also for outdoor sports: climbing, caving, kayaking (for example in the river Cedrino), trekking almost all over the island and canyoning (perhaps among the longest, suggestive and panoramic: canyon Pentumas in Oliena ). Before leaving in the camper it is also useful to know that this land is rich in water, there are fountains in almost all countries. The campers sometimes manage to get close to the sea (for example in the beach of Sas Linnas Siccas, fraction of Orosei), in many cases you do not pay anything, in many others (and especially in the summer) you pay the parking. The summer season ends in October (but in Sardinia the weather is always good), an ideal month, both for the climate and for the fact that there are fewer tourists...continue
Golfo di Orosei




The most beautiful itinerary to be recommended is on the road, with your camper on the eastern Sardinian road that crosses a piece of the Supramonte, between limestone, granite, oak woods, and in particular that stretch that connects the town of Orosei and its long beaches with the delicious Santa Maria Navarrese, a hamlet of the village of Baunei. It is a very tortuous and scenic route, and it is typical to see groups of motorcyclists in spring, especially Germans and French, sway with their two wheels among the many curves that characterize it. It alternates mountain landscapes, rugged and untouched beaches sometimes deserted and rustic, typical of the island, surrounded by junipers and badgers forged by the wind... continue
Cusidore Mountain


L'itineraio più bello da consigliare è on the road (dalla quale anche in lontananza si vede il canyon Gorropu), transitare col proprio camper sulla strada orientale sarda che attraversa un pezzo del Supramonte, fra calcare, granito, boschi di lecci, e in particolare quel tratto che unisce il paese di Orosei e le sue lunghissime spiagge con la deliziosa Santa Maria Navarrese, frazione del paese di Baunei. E' un percorso tanto tortuoso quanto panoramico, ed è tipico vedere gruppi di motociclisti in primavera, sopratutto tedeschi e francesi, ondeggiare con le loro due ruote fra le tante curve che la caratterizzano. Si alternano paesaggi montani, aspri e incontaminati a spiagge talvolta deserte e rustiche, tipiche dell'isola, contorniate da ginepri e tassi forgiati dal vento. Incanta anche la punta Cusidore, e tutto il costone di pareti che va da Punta sos Nidos, a Oliena, fino alle sorgenti di Su Gologone, (dove fra l'altro la sosta camper è libera e l'acqua è sempre fresca e abbondante). Con i suoi 400 metri di sviluppo, Cusidore, è una parete rocciosa calcarea, tanto amata dai suoi abitanti che coltivano ai suoi piedi la vite e l'ulivo. E' famosa anche fra scalatori, speleologi ed escursionisti di tutto il mondo...continua
Lanaitho Valley


La Sardegna può essere scelta sia per stare in spiaggia che per vedere musei, dumus de janas, dolmen, tombe dei giganti, i villaggi nuragici (più adatti ad allegre e rilassate famiglie); ma anche per praticare sport fuoriporta: l'arrampicata, la speleologia, si può fare kayak (ad esempio nel fiume cedrino), trekking quasi in tutta l'Isola e canyoning (forse fra i più lunghi, suggestivi e panoramici: canyon Pentumas a Oliena). Prima di partire in camper è utile anche sapere che questa terra è ricca d'acqua, si trovano fontane in quasi tutti i paesi. I camper talvolta riescono ad avvicinarsi proprio sul mare (ad esempio nella spiaggia di Sas Linnas Siccas, frazione di Orosei), in moltissimi casi non si paga niente, in tanti altri (e sopratutto nella stagione estiva) si paga il parcheggio. La stagione estiva finisce a ottobre (ma in Sardegna il clima è sempre buono), mese ideale, sia per il clima che per il fatto che ci sono meno turisti...continua

Campervan music - Musica da Camper


The Wanderings of The Avener - Continuous Mix" by The Avener, Kadebostany, John Lee Hooker, Mazzy Star, Ane Brun, The Be Good Tanyas, Adam Cohen, Rodríguez

#campervanlife #rvlife #vanlifestyle

lunedì 24 settembre 2018

La gente mi dice spesso, "Ma come posso permettermi di vivere in un campervan e viaggiare tutto il tempo?". La mia risposta è assente: "Come puoi permetterti di non farlo?!"


ph www.instagram.com/sardinialandscape

Molte persone vivono vite di tranquilla disperazione, odiando il proprio lavoro e semplicemente sopportando la loro stessa vita. In superficie, tutto sembra a posto. Ma da dentro fuoriesce un grido disperato ma ovattato per una vita di passione, avventura e viaggi. Riassunto in una sola parola è un grido per la propria libertà. Se guardi alla tua vita, probabilmente puoi trovare qualche traccia di ciò. Cosa ci trattiene? Perché non possiamo uscire dalla nostra routine in una nuova ed eccitante vita? Per la maggior parte di noi è la paura. Abbiamo una paura inconscia che un presente sgradevole ma accettabile è migliore di un futuro sconosciuto e pericoloso.

Torre dei Corsari, Sardegna
"Non morirò di una vita non vissuta. Non vivrò nella paura di cadere o prendere fuoco. Ho scelto di abitare i miei giorni, di permettere alla mia vita di aprirmi, di farmi meno paura, più accessibile; per sciogliere il mio cuore fino a quando non diventa un'ala, una torcia, una promessa."
Dawna Markova



domenica 23 settembre 2018

ph https://inhabitat.com/this-1970s-airstream-is-an-off-grid-oasis-for-a-family-of-six/

Passare da una spaziosa casa contemporanea in una piccola casa sarebbe scoraggiante per chiunque, ma Jonathan e Ashley Longnecker hanno fatto l'enorme cambiamento di vita per se stessi e per i loro quattro figli. In pochi mesi, la coppia ambizioso ristrutturato un vecchio 1970 Airstream Sovereign in loro sogno off-grid casa su ruote , o quello che chiamano il loro piccolo Shiny casa ....continua







ph. instagram.com/comeswithaview

Solo un decennio fa, i furgoni cargo Sprinter venivano principalmente utilizzati per, beh, merci. I veicoli boxy (solitamente ma non sempre recanti una targa Mercedes-Benz) erano l'ideale per le imprese che trasportano merci o per i commercianti che trascinano gli attrezzi. Ma lo spazio oversize su ruote attirò anche l'attenzione dei minimalisti con un talento per i progetti fai-da-te e una brama per uno stile di vita nomade. Ben presto i grandi furgoni divennero case minuscole. Potresti vivere in 60 piedi quadrati di interni automobilistici? Qui ci sono una manciata di individui, coppie e persino alcuni animali domestici che hanno trovato modi inventivi per convertire gli sprinter in bellissime casette.....

Sara e Alex




Eamon & Bec




Pete e Taylor




Il furgone Giulio





Un post condiviso da Julius The Van (@juliusthevan) in data:


Scott Adamson




Teoria del Bearfoot




Sprinter.wonderland




6reasonswhy_travelblog


venerdì 7 settembre 2018



Indovina? Le pesche facevano pena! 
Vi è mai capitato di acquistare delle pesche che facevano veramente schifo? A me è successo oggi. Però ho rimediato. Sono andato in un negozio e ho comprato piselli e salsiccia, ho sbucciato la pesca l'ho fatta a pezzi e ho messo tutto a cuocere al vapore in una padella. Solo un po' d'acqua e nient'altro. Una leccornia da provare. Non necessariamente quando sbagliate pesche.


Cerco acqua e trovo squisitezza. 
Mentre cercavo una fontana per rifornire il mio camper esco da Terralba e trovo il paesino di Marrubiu, del quale mi affascina una grande tenuta con un allevamento di bestiame intorno. Mi decido a scendere e chiedere dove si trova la fontana e invece trovo delle persone molto affabili che mi fanno riempire il gavone di acqua del camper. Iniziamo a parlare e mi rendo conto che hanno un bed and breakfast (@bnbdatinoero) che non costa neanche tanto. Non solo, sono delle persone legate alle tradizioni ed è possibile fare dei corsi di pasta fatta in casa e ricette tipiche del luogo. Passate a trovarli! Grazie mille e a presto.



Designed by Prayag Verma